home English Tracks Crisma (La Voce Della Tolleranza) Lyrics

Crisma (La Voce Della Tolleranza) Lyrics

Song Info: Presenting you Crisma (La Voce Della Tolleranza) Lyrics.

Crisma (La Voce Della Tolleranza) Lyrics

[Strofa 1]
Lo sono Crisma
Fra ora parlo io
Sto sprecando il tempo di cui dispongo, divento vio-la
Mi sento sempre più indisposto, fra, il mio lato
Ribelle bolle dal profondo e ho male al miocardio
Calmo pulsa mentre ignoro tutti e prego un Dio o un Santo
Che non conosco (Yah)
Sono disperato (Yah)
Dentro ho un bio parco ma raso al suolo
Cammino lento e solo in un limbo, sono un ignavo
Ed ignaro vago
Sono un ordigno avviato o qualcosa del genere
Ho una banderuola che agito, tacito, senza difendere mai
Le scelte che fai
Anche se conosco là dove finiscono
Mi astengo che tanto poi tutti zittiscono
Zan-zara dai forza pungimi Cucimi sta cazzo di bocca, son tutti giudici
Anima fai la, brava
Parliamo lucidi finché le luci si riducano in due cuccioli di lucciole
Ma la poesia (Yeah)
Buttala via è l’unica via per stare tranquilli
Nascosti dietro un velo di apatia
La fuori le fiamme e i lapilli
C’è chi non ha sogni, vuole quelli degli altri, vuole rapirli
Mi chiedi perché io non parli, chiudi la bocca e comincia a capirmi
[Bridge]
Comincia a correre eh
No non puoi ottenere
La pace che ti serve
Anche se la cerchi per bene
Fuori mi sento uno stolto che fra vi tollera
E l’anima si ripete che non mollerà mai

[Ritornello]
Se sto in mezzo ai tolleranti, ci rimani male
Sto zitto, fra, dò tempo ai tagli di rimarginare
Rimango un’anima che tollera, fuori
Ma dentro l’anima non mollerà, mai
Se sto in mezzo ai tolleranti, ci rimani male
Sto zitto, fra, dò tempo ai tagli di rimarginare
Rimango un’anima che tollera, fuori
Ma dentro esplodo dalla collera. (Yeah)[Strofa 2]
Mi tengo dai (Yeah)
Troppo impulsivo (Yeah)
Non la farò franca, male che vada (Yeah)
Copro le labbra col nastro adesivo ed è fatta
Ho nulla in tasca (Yeah)
Ne ho una bucata qua
Comanda la banca (Yeah)
Non dovevo dirlo (Yeah)
Ma giuro mi stanca fra
Sto passando troppo tempo zitto
Posso vender le corde vocali per inutilizzo
Che tanto anche se non mi piego ho un ruolo fisso
Allora parlo ma incomprensibile, Ermete Trismegisto
E pochi stan con me, e pochi istanti
E il Pakistan dov’è, chiedilo a Gandhi
Che in epoche stanche ha perso contro popoli non tolleranti
Troppo diversi, fra, troppo distanti
Voi siate diversi, mai come gli altri. (Yeah)
[Ritornello]
Se sto in mezzo ai tolleranti, ci rimani male
Sto zitto, fra, dò tempo ai tagli di rimarginare
Rimango un’anima che tollera, fuori
Ma dentro l’anima non mollerà, mai
Se sto in mezzo ai tolleranti, ci rimani male
Sto zitto, fra, dò tempo ai tagli di rimarginare
Rimango un’anima che tollera, fuori
Ma dentro esplodo dalla collera. (Yeah)

This is the end of the Lyrics

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *